Al fine di verificare le rispondenze dei veicoli alle prescrizioni in materia di sicurezza e di tutela dell’ambiente, l’Unione Europea ha adottato un sistema per l’omologazione CE dei veicoli a motore e dei loro rimorchi, dei veicoli a motore a due o tre ruote e dei trattori agricoli o forestali e delle loro macchine intercambiabili trainate, attraverso l’emanazione delle direttive quadro basate sul principio dell’armonizzazione totale delle procedure di omologazione.

Il rispetto di tali direttive consente al veicolo di poter ottenere l’Omologazione Europea, che, come riporta il nome stesso, è valida in tutta Europa, e consente al costruttore di poter immatricolare il veicolo stesso in qualsiasi Stato Membro dell’Unione senza ulteriori accertamenti tecnici.

Tali omologazioni vengono rilasciate in base alle specifiche “direttive quadro”, che stabiliscono un quadro armonizzato contenente le disposizioni amministrative e i requisiti tecnici generali necessari per l’omologazione. In particolare:

  • Direttiva 2007/46/EC – Regolamento 2018/858 UE – Direttiva quadro per l’omologazione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi, nonché dei sistemi, componenti ed entità tecniche destinati a tali veicoli.
  • Regolamento 167/2013 UE – Regolamento quadro relativo all’omologazione e alla vigilanza del mercato dei veicoli agricoli e forestali.
  • Regolamento 168/2013 UE – Regolamento quadro relativo all‘omologazione e alla vigilanza del mercato dei veicoli a motore a due o tre ruote e dei quadricicli.
  • Regolamento 2016/1628 UE – Regolamento relativo alle prescrizioni in materia di limiti di emissione di inquinanti gassosi e particolato inquinante e di omologazione per i motori a combustione interna destinati alle macchine mobili non stradali.

Tali omologazioni sono rilasciate dal Ministero dei Trasporti Italiano, Autorità competente per l’Italia, oppure da un’Autorità Nazionale Estera di competenza. 

A tal proposito, le nostre collaborazioni con Luxcontrol, ATS, EVIT TS ed altri servizi tecnici notificati ci permettono di ottenere tali omologazioni in tempi rapidi al fine di rispondere tempestivamente a qualsiasi esigenza del cliente.

Vi ricordiamo inoltre che per poter immatricolare i veicoli in Italia a seguito dell’ottenimento dell’Omologazione Europea, è necessario effettuare la trasposizione dell’omologazione europea al fine dell’ottenimento dei Codici di Immatricolazione Italiani. Potete trovare maggiori informazioni in merito a tale procedura consultando la nostra sezione dedicata alle Trasposizioni di Omologazioni Europee.